Appello fair play di Petrucci
per la finale scudetto
Segue la nota Lnp per l’A2

Pubblicato da

GIUDICE SPORTIVO FIP

Serie A
Play-off scudetto, gara3 dell’11 giugno 2024

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO. Ammenda di 2.400,00 Euro per offese collettive frequenti del pubblico locale verso un tesserato ben individuato della squadra avversaria. [Art. 27,4b, 28,3 rec. 24,2b].

ETTORE MESSINA (allenatore EA7 EMPORIO ARMANI MILANO). Deplorazione per comportamento protestatario a fine gara [art 32,1b rec R.G.]

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA. Ammenda di 2.666,00 Euro per offese collettive frequenti del pubblico ospite verso un tesserato ben individuato della squadra avversaria. [art 27,4b, 28,3 rec, 24,4]

LUCA BANCHI (allenatore SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA). Squalifica per una (1) gara per comportamento offensivo verso il Primo arbitro a fine gara [Art. 33,1,1b R.G.]

MARCO BELINELLI (atleta SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA). Squalifica per una (1) gara per comportamento offensivo verso il Secondo arbitro a fine gara [Art. 33,1,1b R.G.]

——————————————————-

La SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA ha deciso di commutare le squalifiche dei tesserati Banchi e Belinelli in sanzione amministrativa.

*****

NOTA PRESIDENTE FIP

<Il Presidente Fip, Giovanni Petrucci, ritiene doveroso richiamare tutti i protagonisti della Finale Playoff LBA a comportamenti etici dentro e fuori dal campo di gioco.

Gli investimenti profusi da tutte le proprietà dei club, lo straordinario seguito di pubblico che il nostro sport è capace di generare, la passione che tutti infondono nei rispettivi ruoli meritano un contesto di fair play e rispetto reciproco.

I nostri arbitri devono essere posti nelle condizioni ottimali per scendere in campo sereni e concentrati sul loro compito.
È un dovere che coinvolge ogni singolo soggetto del nostro mondo a partire dal Presidente stesso.

Tutte le componenti devono essere capaci di regalare gioia, offrendo uno spettacolo tecnico che è di assoluto livello in una cornice valoriale di altrettanto spessore>.

*****

Tutto il mondo è paese. Dopo gara4 di finale play-off Argento di serie A2 che, domenica scorsa, ha promosso Trapani in A la Lega nazionale pallacanestro, suo malgrado, è stata costretta a emettere una nota per ricostruire la veridicità dei fatti circa la cerimonia di premiazione che, a giudizio delle forze dell’ordine presenti al palaDozza, non si è potuta più tenere sul campo come peraltro prevedeva il protocollo Lnp concordato con Fortitudo Bologna che ospitava la gara. Oggi, il presidente Fip si sente in dovere di richiamare al reciproco fair play nell’interesse generale del regolare svolgimento dello spettacolo del basket sul parquet dopo gara3 di finale scudetto Olimpia Milano – Virtus Bologna, oggetto di tutti i provvedimenti del giudice sportivo che vi abbiamo riportato prima della nota ufficiale del presidente Giovanni Petrucci. Mentre a tutt’oggi, almeno noi, non abbiamo avuto il bene di compulsare eventuali sanzioni per gara4 di finale Fortitudo Bologna – Trapani di A2. Atto dovuto l’appello all’etica sportiva di Petrucci e anche ad agevolare l’operato degli arbitri in campo. Si metta, però, una mano sulla coscienza anche il primo arbitro Carmelo Paternicò che, dopo la visione dell’istant replay, a -1”6 dalla sirena finale sull’81-78 per l’Olimpia ha assegnato la rimessa a Milano revocando la prima decisione in tempo reale a favore della Virtus Bologna. Suscitando, almeno stando alle immagini tv, la sorpresa dello stesso secondo arbitro Michele Rossi. Tutto il mondo è paese, abbiamo scritto all’inizio. E ora sale in A Trapani Shark del presidente Valerio Antonini che ha definito non degna di una finale promozione tra i professionisti quella di A2 con la Fortitudo Bologna. Speriamo bene, ma la pallacanestro italiana non ci pare avere preso una bella china anche in questo senso.

Iscriviti per ricevere la newsletter

Seleziona il tipo di newsletter che vuoi ricevere:

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

 Se vuoi Rivedi il consenso dei cookies 

Ti arriverà una email con un link per la validazione finale dell'iscrizione

e in seguito una email di benvenuto:)

Lascia un commento all'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.