A2: Apu con Orzinuovi
per digerire il derby
mercoledì con Fortitudo

Pubblicato da

Torna al palaCarnera l’Old Wild West Apu Udine per un insolito anticipo al sabato sera contro l’Agribertocchi Orzinuovi oggi 11 novembre, inizio alle ore 20.30, arbitri Miniati, Tallon e D’Amato. Rimane in casa bianconera il rammarico per l’occasione sprecata nel derby con la Pallacanestro Trieste 2004, con quella incredibile tabellata allo scadere di Eli Brooks che rimarrà, purtroppo, scolpita per molto tempo nella memoria dei tifosi udinesi. Un vero peccato perché con un pizzico di determinazione e lucidità in più nei momenti decisivi, e magari anche senza alcuni fischi cervellotici da parte degli arbitri, i ragazzi di coach Adriano Vertemati potevano sbancare con merito il palaRubini, mettendo 4 punti di distanza in classifica fra loro e i cugini alabardati, oltre a Nardò pure a quota 8.

Invece, bisogna sùbito resettare il tutto. Anche se l’impegno odierno contro la squadra bresciana non dovrebbe rappresentare una grossa insidia per i ragazzi di Vertemati che gara dopo gara stanno, a mio parere, crescendo sia come qualità di gioco sia come consapevolezza della propria forza, ma manca ancora loro il killer instinct per chiudere le gare in totale controllo. Come purtroppo è successo a Trieste, sul + 8 sul 39-47 al 32′, oppure come a Verona, sul +14 a un minuto e mezzo dall’intervallo lungo finendo poi il primo tempo sopra solo di 8 punti, dando così il là alla rimonta dei veneti.

La squadra di coach Andrea Zanchi affronta Udine dopo avere vinto lo scontro tra le ultime della classifica con l‘Umana Chiusi per 76-71. Tra i lombardi, ripescati all’ultimo momento per mantenere pari il numero delle partecipanti al campionato, il primo terminale offensivo è l’ex Torino DeMario Mayfield, 15,9 punti per gara, firmato a fine settembre per l’infortunio occorso ad Andre Wesson. In doppia cifra anche il play Ruben Zugno 12,9, Alessandro Bertini 11,1 e il centro Clevon Brown 10,1, pescato nella seconda lega spagnola a Oviedo. E’ difficile, però, pensare a un colpaccio dei lombardi, essendo troppo largo il divario tra le due formazioni, come si può riscontrare leggendo le statistiche sotto riportate.

Poi per Udine il recupero mercoledì 15 novembre al Carnera contro l’imbattuta Fortitudo Bologna di coach Attilio Caja e, di seguito, le ultime due gare del girone d’andata: a Forlì e in casa ospitando la RivieraBanca Rimini, formazione che ha appena cambiato guida tecnica, esonerando coach Mattia Ferrari e affidando la squadra a Sandro Dell’Agnello. dopo la sconfitta al supplementare sabato scorso a Cividale. Al giro di boa potremo fare il punto sui valori in campo, con Udine sicuramente ben posizionata per fare un girone di ritorno da protagonista assoluta.

Statistiche

Udine: 79,9 punti segnati, 73,6 punti subiti, 33,4% al tiro da due, 40% da tre, 72% ai liberi, 39,4 rimbalzi, valutazione 86

Orzinuovi: 74,9 punti fatti, 79 punti subiti, 52% da due, 38% da tre, 76% ai liberi, 30,9 rimbalzi, valutazione 80,6

Formazioni

Oww Apu Udine

PG: Diego Monaldi, Lorenzo Caroti SG: Jason Clark, Gianmarco Arletti, SF: Mirza Alibegovic, Iris Ikangi PF: Matteo Da Ros, Raphael Gaspardo C: Marcos Delìa, Jacopo Vedovato – coach: Adriano Vertemati (nuovo)

Agribertocchi Orzinuovi

PG: Ruben Zugno, Emanuele Trapani  SG: DeMario Mayfield, Giovanni Gasparin SF: Alessandro Bertini, Ennio Leonzio PF: Daniele Donzelli, Nicolas Alessandrini C: Clevon Brown, Kevin Ndizie – coach: Andrea Zanchi (nuovo)

Iscriviti per ricevere la newsletter

Seleziona il tipo di newsletter che vuoi ricevere:

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

 Se vuoi Rivedi il consenso dei cookies 

Ti arriverà una email con un link per la validazione finale dell'iscrizione

e in seguito una email di benvenuto:)

Lascia un commento all'articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.